Lorenzo il Magnifico

Valutazione media: 5/5 - Nº valutazioni: 1

Comprando questo prodotto otterai sino a 4,00 € col nostro programma Punti GIS. In base a questo prodotto e a quanto già presente nel tuo carrello, per il tuo prossimo acquisto riceverai un Voucher sconto del valore sino a 4,00 € che potrai inserire direttamente nel riepilogo carrello. I Punti GiS hanno validità 30gg.


Nuovo prodotto

ImmagineAnno EdizioneCondizione GiocoCondizioni ScatolaEditoreLinguaDisponibilitàPrezzo unitarioCompra
Lorenzo il Magnifico 2016 Nuovo / Ancora nuovo Nuova / Ancora nuova Cranio Creations italiano Subito Disponibile!
48,90 €
Subito disponibili: 2 copie

I nobili rinascimentali si sfidano per la magnificenza, acquisendo feudi, costruendo edifici, invitando a corte personaggi illustri, compiendo imprese politiche e militari, ingraziandosi il papa.


Per proteggere questo gioco sono necessarie:

  • n° 96 bustine 45 x 68 mm
  • n° 20 bustine 57,5 x 89 mm

Maggiori dettagli

 
Dettagli

Una semplice meccanica di piazzamento lavoratori e scelta di carte produrrà una grande varietà di sviluppi.

I giocatori hanno a disposizione un pool comune di dadi che determinerà il valore delle loro scelte, per accumulare e utilizzare risorse con lo scopo di sviluppare il proprio feudo.

Gioco strategico per giocatori esperti.

Componenti del gioco:

  • 1 tabellone
  • 4 plance giocatore
  • 119 pedine in legno
  • 3 dadi
  • 70 tessere
  • 116 carte
  • 1 regolamento
  • 1 foglio adesivo


Descrizione e Commento di Pietro Cremona su Big Cream Game Cake
Lorenzo il Magnifico è un buon mix di Piazzamento Lavoratori e utilizzo di carte e risorse che ha prodotto un gioco piacevole e di durata più che accettabile. Il tabellone, forse la parte meno "ispirata", è sudiviso in zone: la città di Firenze, rappresentata da quattro torri da cui vengono prelevate le carte "Sviluppo"; il Palazzo del Consiglio, utilizzato per determinare l'ordine del turno successivo; la cattedrale, dove i giocatori accumulano punti di sostegno alla Chiesa; il mercato, usato per ricevere bonus extra; gli opifici, dove sarà possibile sfruttare i bonus delle carte Edificio; il Territorio, dove si potranno effettuare i "raccolti" previsti dalle apposite carte; la piazza d'armi, per tener conto dei Punti militari. Ogni giocatore ha a disposizione 4 "Familiari" (tre del suo colore ed uno neutro) , un po' di soldi, qualche "servo" ed un pugno di risorse (legno e pietra). Mandando i familiari nelle varie zone si ricevono carte, risorse, denaro, ecc. ma il loro impiego è subordinato al valore della casella ed al valore di tre dadi D6 (bianco, nero ed arancione) che vengono lanciati all'inizio di ognuno dei sei turni. In altre parole per andare a prendere una carta nella stanza più bassa delle torri basta usare un familiare abbinato ad un dado da "1 punto"; per il secondo piano serve un dado da "3 punti"; per il terzo da "5" punti e per il quarto ed ultimo da "7" punti. E' sempre possibile aggiungere uno o più servi al punteggio del dado per raggiungere un valore più alto (altrimenti sarebbe impossibile, per esempio, arrivare al quarto piano delle torri). A complicare un po' le cose ci pensa la Chiesa: se non si pagano le "decime" giuste (cioè i punti fede) al termine del 2°, 4° e 6° turno il Papa lancerà una scomunica (malus permanenti indicati da tre tessere pescate casualmente a inizio partita) mettendo in difficoltà i reprobi. Ognuna delle quattro torri ha la sua "specializzazione": la prima mette a disposizione gratuitamente le carte "Territorio" (verdi); la seconda, pagando monete, permette di acquisire dei "Personaggi"(blu); la terza, pagando risorse (legno, pietra o servi), degli "Edifici"(gialli); la quarta fa effettuare delle "Missioni" (viola), il cui costo è molto variabile perché si potrranno usare monete, risorse e punti militari.  Al termine del sesto turno si effettua un conteggio dei Punti VIttoria (PV) acquisiti e si dichiara vincitore chi ha il totale più alto.  

Commento
Ecco un altro di quei giochi che, anche se non si riesce a vincere, tuttavia danno una grande soddisfazione anche solo a partecipare, non solo perché le meccaniche sono ben oliate e tutto funziona perfettamente, ma anche perché tutti hanno sempre la possibilità di crescere, potenziarsi, ecc.utilizzando scelte alternative. Chi desidera invece puntare alla vittoria deve cercare di darsi una strategia di base perché se è vero che è possibile fare punti in tanti modi, tuttavia disperdere le proprie "energie" seguendo strade diverse ad ogni turno non porta al successo. Le principali condizioni di vittoria sono stampate sulla plancia: avere acquisito 6 carte "blu", per esempio, permette di incassare a fine partita ben 21 PV; avere 6 carte verdi (per le quali occorrerà però aver raggiunto una forza militare di 18 punti) ne assegna altri 20; ogni carta "viola" assegna da 1 a 10 PV; ecc. Per accumulare queste carte però non si ha molto tempo per altre azioni e comunque si devono spendere risorse, quindi è necessario tenere sempre un occhio ben aperto su quanto offrono le torri in quel turno ma senza disdegnare una visitina la mercato, ogni tanto, per rimpinguare le scorte. Posare un dado per primi su una torre permette di acquisire la carta scelta col solo pagamento delle risorse indicate (carte verdi escluse): andare in seguito in una torre già occupata costringe invece i giocatori a pagare una ... tassa di 3 monete, e quindi è bene avere sempre una scorta adeguata di soldi e risorse perché per perseguire la strategia decisa sarà davvero necessario spendere un po' di denaro extra. Raggiungere un adeguato valore in punti "dado" quando i risultati sono bassi significa impiegare molti servi... Insomma avete senz'altro capito che non si deve mai agire a caso: se una carta vi interessa davvero molto prima di "svenarvi" considerate le alternative. In più la Chiesa non risparmia certola sua ingerenza nella vita di Firenze: chi, alla fine del 2°, 4° o 6° turno non raggiunge un certo numero di punti Fede (3-4-5 rispettivamente) è costretto a beccarsi una scomunica ed avere quindi un malus (per ogni scomunica) per il resto della partita (usare due servi invece di uno per aumentare di 1 punto il dado, ridurre il valore dei propri dadi in certe operazioni, ecc.): d'altra parte avanzare sulla scala della Chiesa permette di fare PV al termine di ogni turno pari, quindi meglio non sottovalutare questa tabella, almeno fino al quarto turno. A volte sarà bene considerare di essere primo di turno e mandare quindi un familiare al Palazzo del Consiglio: non si tratta di una mossa "sprecata" perché il giocatore riceve comunque 1 moneta ed un bonus extra (2 servi, 1 legno ed 1 pietra, 1 punto Fede, ecc.): poi, nel turno successivo, si può agire per primi ed assicurarsi la carta necessaria per fare una interessante "combo" durante le fasi di "produzione" o "raccolta". E' possibile anche aggiungere delle regole "avanzate" che introducono il ruolo dei "Personaggi" (ognuno con suoi poteri specifici) e cambiano le quantità ed il tipo di risorse che ogni giocatore può incassare con l Produzione o il Raccolto. Un gioco assolutamente da non perdere.

 
Scheda tecnica
AutoreFlaminia Brasini
AutoreVirginio Gigli
AutoreSimone Luciani
Durata120 min
Età12+
Anno di prima pubblicazione2016
Giocatori Minimo2
Giocatori Massimo4
Dipendenza linguaNessuna dipendenza dalla lingua
MeccanicaLancio Dadi
MeccanicaCard Draft
MeccanicaAbilità Diverse / Asimmetriche
MeccanicaPiazzamento Lavoratori
AmbientazioneRinascimento
Valutazione BGG7.8
E' nella lista dei desideri su BGG di1495 giocatori
E' nella collezione su BGG di3477 giocatori

Clicca qui per lasciare una recensione


Ottimo acquisto
andrea l. il giorno 22/12/2016Gioco che ha soddisfatto in pieno le mie aspettative. Un ottimo acquisto. Ringrazio della proposta il negozio

30 altri prodotti della stessa categoria:

Menu

QR code

Confronta 0